At last…

Storie d’amore.

Di un’amica che ne accompagna un’altra al pronto soccorso.
Di un codice rosso che arriva e lascia lacrime e sgomento.
Di un giovane uomo e una giovane donna che alle prime note della loro canzone d’amore, corrono l’uno nelle braccia dell’altra a ballare.

Sono piccoli frammenti di vite, che si incontrano e si mescolano.

Ieri ho passato quasi un giorno intero all’ospedale! Io mi lamentavo della sanità siciliana, ma non è che quella capitolina sia tanto differente… Anzi!
La cosa bella è che eravamo sull’Isola Tiberina e, quasi ammollo nel Tevere, ho fatto 4 foto niente male! …Come ingannare l’attesa!
Anche perchè di attesa ne abbiamo avuta un bel pò, soprattutto dopo l’arrivo di un codice rosso… Quelle sono le cose che non vorresti vedere mai.

Il signor Giovanni era a Trastevere a fare un giro con la moglie, una signora elegante e distinta, con i capelli grigi raccolti sulle spalle, un bel cappotto di lana e due piedi piccoli per sostenere quel corpo robusto, ma aggraziato.
Passeggiavano, stavano andando a trovare un amico, mi ha raccontato lei, lui con la sua faccia simpatica, simile ad un attore, Luigi Diberti.
Ha perso conoscenza, è finito goffo sull’asfalto.
Lei era preoccupata e le batteva il cuore, non quanto non le battesse quando il medico le comunicava un’emorragia cerebrale.
Sono sposati dal ’64… hanno vissuto una vita intera insieme! E ora lei era da sola in quella panchina del pronto soccorso! Com’è buffa la vita!

E io penso a quanto sia giusta la scelta di vivere a cuor leggero, di vivere bene e di vegliare perchè non conosciamo il giorno, nè l’ora.
Non che sia facile riuscirci ogni giorno e a pieno, però è un dovere provarci!
E’ un dovere amarsi! Essere operatori di pace! Creare armonia anzicchè discordia!

E’ un dovere creare le occasioni per essere felici!

Divertirsi con poco, anche con niente! Scegliere di sposarsi ogni giorno e ogni giorno desiderarlo e adoperarsi senza badare a fatica!
Corrersi incontro ogni volta che in tv passa quello spot di Enel con la canzone del nostro amore, lasciare in asso tutto quello che si stava facendo, (anche la pipì!) corrersi incontro da qualsiasi stanza della casa uno sia (che in un bilocale non è cosa difficile!), abbracciarsi, chiudere gli occhi e iniziare a ballare…

…Perchè io ti amerò per sempre, amore mio!

 

 

Leave a Reply