GRAVE!

Dopo uno shampoo si ragiona meglio, lo dico da sempre!

Da stamattina ho un pensiero fisso in testa: il rischio di ricusazione dei pm antimafia.

I più, sentendo parlare della riforma sulle intercettazioni, potrebbero fermarsi ad un concetto principe: libertà di informazione.
Non è solo quello!
No che non lo è!
La legge bavaglio di cui si parla tanto, ma non abbastanza, in questi giorni, porterebbe con sè gravi e irreparabili conseguenze.
La riforma include una norma, tra le altre, inaccettabile!
Si tratta della possibilità di ricusare il pm di un processo di mafia… e la possibilità sarebbe allegramente nelle mani dei boss! Basterebbe una denuncia di un boss nei confronti di un pm e la semplice iscrizione di questi nel registro degli indagati per scatenare conseguenze devastanti!

La ricusazione è un istituto di diritto processuale che, in generale, determina la sostituzione del giudice, sulla base di una previsione di legge.

In soldoni, si elimina un pm scomodo! 😀 Detto-fatto! 😀

Rido? Ma che rido! C’è da piangere!

Vi invito a leggere un’intervista a ‘San’ Grasso (Procuratore Nazionale Antimafia, Pietro Grasso) per capire la reale portata -della gravità- della riforma in ordine a questo argomento.

3 Comments

  1. Emanuele

    28 maggio 2010 at 15:39

    Ma infatti lo sanno “anche loro” che questa legge non ha senso… però serve *ad altro* e così si cerca di farla passare per giusta. E’ incredibile che anche l’America abbia dovuto far sentire la sua voce. Leggi anche questo articolo che racconta un po’ ciò che sta dietro l’apparizione di alcune strane leggi… 😐
    Ciao,
    Emanuele

    1. Roberta

      28 maggio 2010 at 15:48

      Cavoletti di Bruxelles!
      Cioè, non che apprenda nulla di nuovo, ahimè, nel senso che mi era tutto chiarissimo anche senza queste rivelazioni shock, ma fa sempre un certo effetto (da spaccare tutto) leggerle!
      E poi non sapevo della ‘crisi morale’ di Taormina… Anvèdi però! 🙂 Allora abbiamo speranze che qualche altro infimo si redima? 😛 (E quando??)

  2. Emanuele

    28 maggio 2010 at 16:13

    In realtà tutto va preso con le pinze (ahimé, sto diventando diffidente da chiunque in quest’ambito…) e così secondo me anche quelle dichiarazioni non saranno *esattamente vere*. Sicuramente chi per anni ha collaborato, per quanto possa aver deciso di cambiare, sempre di quella pasta rimane…
    In ogni caso è pur sempre vero che anche solo il 50% di quella verità è SCANDALOSA e anche a me mette prurito alle mani…
    Ciao,
    Emanuele

Leave a Reply