Soddisfazioni!

E per fortuna il ‘merito’ al tar* non è mai di prima mattina!

Avevo due udienze oggi, ma ho potuto dormire un pò di più lo stesso! Yeah! 😉

E giunge presto una bella soddisfazione…
Qualche giorno fa ho fatto la prima udienza di una separazione…
Oggi ho letto i provvedimenti d’urgenza emessi dal giudice: abbiamo STRAVINTO!
E’ solo l’inizio, ma ci sono buone probabilità di vincere fino alla fine! 😉

Ora, devo dire che la ‘vittoria‘ in una separazione, secondo me, non esiste…

La separazione è un fallimento punto e basta.
E’ prendere ciò che di più bello ci può essere stato tra due persone e infangarlo a tal punto da renderlo materia informe…

E’ triste!

Ma, a parte il successo professionale, sono contenta per come è andata perchè è stato come recuperare la dignità bistrattata di una ‘parte debole’ [e di una ‘debolissima’: una bimba piccola].

Avrei voluto dirglielo di persona alla nostra cliente…

Per festeggiare, io&l’avvocato ce ne siamo andate diritte diritte verso la Rinascente, i negozi più carini della Città e da Sephora, che ci sta bene sempre! 😉

Ch’è bella la Città in pausa pranzo!
[La parte di Città senza buche, scavi e automobili selvagge, però!]

*Udienze di merito al Tribunale Amministrativo Regionale

La mie prime ore piccole su un atto!

E io che ho come motto: mai farò l’alba o levatacce per lavoro…

E’ molto tardi adesso, l’una e quaranta di notte quasi, e io sono ancora qui a scrivere un atto!
Di pomeriggio sono stata 4 benedette ore al pc, ma non sono bastate, allora poi si stacca, si prende fiato, si va persino al cinema, si trova il tempo per ‘raccontarsi’, coccolarsi…E poi, quando si dovrebbero spegnere le luci e catafottersi sotto le coperte…Io accendo il pc!

C’è una scadenza incalzante…Entro domattina il documento deve essere sul tavolo dell’ avvocato e io preferisco fare ‘nottata‘… di mattina io vado a rallenty! Preferisco così, in fondo lo sapete, una delle mie canzoni preferite è ‘Gente della notte’…

‘La notte è più bello, si vive meglio,
per chi fino alle 5 non conosce sbadiglio,
e la città riprende fiato e sembra che dorma…’

E io lavoro meglio, sono più concentrata!
Ci sarà pure un perchè del fatto che io questa canzone l’adori!

Solo spero di andare a dormire prima delle sei…io non faccio il dj! 😉

Sta sera per la prima volta ho visto qualche minuto di Sanremo: Bennato e Carmen Consoli…Due dei concerti più concertevolissimevolmenti della mia vita! Entrambi vissuti [un concerto si vive, non si vede, nè si partecipa!] d’estate, ricordo che per Carmen Consoli quell’anno spostai la partenza per le vacanze di due giorni… I nostri amici quell’anno partirono per il campeggio e io&Andr li raggiungemmo due giorni dopo…Alla fine loro andarono via, ma noi rimanemmo, non perdemmo di certo giorni di vacanza, ci fermammo qualche giorno in più! 😉 Di Carmen ho quasi tutti i cd originali… Ed è l’unica artista che vanta questo ruolo d’onore nella mia ‘musicoteca‘ [come si dice?! Se i libri stanno in biblioteca, i quadri in pinacoteca, le riviste in emeroteca… boh! Chi lo sa? adesso ho troppo sonno! Magari domani mi viene in mente! :D] grazie ad Andr, ovviemnete! [E con Andr ci siamo ripromessi di comperare pure tutti gli album di Jova!] Il concerto di Edoardo, invece, è più recente, della scorsa estate… ME-RA-VI-GLIO-SO! 😉 Una magnifica serata sotto le stelle al mare! <3 <3 <3

Adesso buona notte però!
Finisco il mio lavoro e ho voglia di sognare! 😉

Casa!

Ce l’ho fatta!

Per oggi sono riuscita a tornare a casa! 😉

Ho la zucca piena di cenere, i piedi stanchi delle ballerine verdi e la scatola del fioretto under construction!
Lo so io (e lo sapete voi! <3) cosa mi ci vuole adesso! 😉

Ho un pò di cose da raccontare, ma non ora! 😉
Ribadisco solo un concetto, se mai qualcuno dei miei parrocchiani si trovasse a passare di qui: non sono posseduta! 😀 😀 😀
Sono solo allergica all’incenso! 😛

Slurp!

Pausa!
Prima di salire a studio, passavo dal supermercato e mi sono detta: ‘mi serve lo yogurt per il plumcake che devo mettere in forno sta sera…E poi questo è pure pomeriggio da cioccolata –mi chiedo quando non lo sia!…Entriamo!’

Prendo lo yogurt alla fragola, un milka luflèe e delle barrette kinder…

In coda alla cassa, la ragazza dopo di me ha quasi la mia stessa roba in mano, in più avrà un kinder bueno e un kinder cereali, forse…

La guardo, ci scappa un sorriso, -penso ai bimbi che muoiono di fame, mentre io mi preoccupo se barretta o luflèe- e le dico: ‘noto che abbiamo la medesima tipologia di spesa!’

Lei: ‘si, faccio la baby sitter a un bimbo…E’ l’unico modo per averci a che fare!’

Io, peggio!
…Quella cioccolata la comperavo per portarla a lavoro e spartirla con ‘i colleghi’ di studio! :/

Scollati dagli uomini. Punto.

La Chiesa.

Chi è la Chiesa?

Al di là di ogni generalizzazione, che sarebbe senz’altro errata, io mi chiedo, ‘se la Chiesa siamo noi, i fedeli, come è possibile che i suoi vertici facciano finta di non vedere che ogni uomo, ogni fedele è diverso? Che la relatà degli uomini, amati da Dio, è variegata e non per questo disamata da Dio?’

Mi fanno rabbrividire le parole che leggo in quest’articolo
Mi fa rabbrividire che la Chiesa, la mia Chiesa sia così scollata dagli uomini che la compongono!
Che continui a perdersi in pratiche assurde, insensate e attempate…

Sono stata in Tribunale Ecclesiastico, sono uscita da lì profondamente turbata.
Ho giurato per due volte sul VANGELO.
Non mi hanno neppure chiesto quale fosse la mia fede.
Quale è il senso di questa pratica offensiva?
Mi offende, si, mi offende perchè turba la mia fede (a me che ci credo!), mi turba per più ragioni:

1) l’uso meramente simbolico e vuoto del MIO vangelo;
2) gli eventuali giuramenti inconsistenti di chi, a differenza mia, non attribuisce alcun valore al gesto, sminuendo il MIO vangelo;
3) l’abuso giudiziario. Che volore ha un giuramento, ai fini giuridici, se ancorato a fondamenta inesistenti per colui che giura?

Se un alto prelato (non so neppure come si identifichi!) si permette di dire ‘io non darei mai la comunione ad uno come Vendola‘ (fosse anche Berlusconi, Morgan, Quentin Tarantino…chiunque!), io mi permetto di dire che lo rimuoverei subito dalla seggiola di legno antico e pelle e che aborro le pratiche oscene di questa Chiesa, della MIA Chiesa.

Appunti sparsi!

Ho un pò sonno!

Questa mattina sono uscita molto presto, sono stata fuori Città per un’udienza…
In autostrada ho provato una sensazione meravigliosa, che è un pò quella che provo tutti i giorni quando vado a lavoro, ma oggi più forte: ho visto il mare!

Io, quando vedo il mare, anche solo a vederlo, sto bene!
I polmoni mi diventano più capienti, come a voler contenere tutta l’aria intrisa di salsedine, gli occhi mi si spalancano, come a voler vedere più possibile le onde increspare l’acqua…

L’altra volta parlavo con Andre della strada che percorriamo per andare a lavoro, facciamo la stessa… Proviamo lo stesso stupore, la stessa meraviglia quando passiamo da lì!
(E questo, lo scrivo in parentesi tonda, è ancora più sorprendente!)

Come al solito, ho fatto un mucchio di cose in questi giorni, così tante che difficilmente ho potuto raccontartele mio caro blog, ma ho preso qualche appunto sul taccuino… Non mi sfuggiranno!
Ho fatto cose importanti e per questo te ne parlerò!

Tra le cose piacevoli, per esempio, per la rubrica ‘divanoplaidfilm’, mettici una domenica sera, dopo una pizza e una schiacciata, le fiammelle del robcamino, un superfidanzato, un mucchio di cuoricini sparsi e ‘Up‘…

I desideri si realizzano! 😉

Io&la carica umana…

Mi prendo una pausa!

Questa mattina (e si ringrazia la pioggia, special guest) ho liberato lo scrittoio dalle solite carte che accumulo durante tutta la settimana e ho continuato a leggere il libro che avevo iniziato ieri… Lo sto finendo! (Mi chiedo perchè con i manuali dell’università non ero altrettanto veloce! :D)
E’ un’edizione di circa 400 pagine, ma è molto interessante, almeno personalmente la sto trovando molto interessante.

Il diritto, si sa, è in continua evoluzione e occorre stargli dietro! C’è poco da fare! Ma, lo sapete già, mi piace molto studiare (a queste ‘condizioni’!), soprattutto quando le materie mi prendono e mi arrivano al cuore…

Ieri in studio abbiamo ricevuto una signora, non era da sola, aveva con sè una bimba di appena due annetti…
Mi ricordava Sofia, la mia Sofia!
Però la mia Sofia ha una faccia felice, è molto sveglia, intelligente, si esprime molto chiaramente, anzi, parla come se ne avesse 5 di annetti!
Quella bimba era altrettanto carina, con i suoi boccoletti lungo le guanciotte!
Non parlava affatto bene!
E mentre noi grandi facevamo discorsi da grandi e non avevamo mai pronunciato la parola ‘papà‘, lei porta la mano destra al cuoricino e comincia a dire: ‘papà mio, papà bello!’ (E non lo vede da mesi!)

La materia del contendere credo l’abbiate ormai chiara!

Mi arrivano dritte al cuore queste cose! Molto più che un ricorso al TAR o decreto ingiuntivo o un’espropriazione immobiliare!

Sto studiando la Legge 54 del 2006, è una novella alla normativa previgente in tema di ‘affidamento dei figli‘.
La legge in questione si compone di soli 5 articoli, ha costituito lo stesso una rivoluzione copernicana!
Disciplina le sorti dei minori figli di genitori che si separano, divorziano o smettono la convivenza di fatto.
Ha sancito il principio della pari dignità educativa, della eguaglianza di diritti e doveri tra i genitori nella separazione, nel divorzio e nella fine della famiglia di fatto. (Affidamento congiunto o condiviso).
I genitori sono finalmente posti sullo stesso piano di responsabilità e se prima la regola era quella della ‘monogenitorialità‘, oggi per fortuna è solo un’eccezione -sulla base di valutazioni specifiche del giudice- e la regola è diventata quella della ‘bigenitorialità‘, non si parlerà più del ‘genitore responsabile’ e di quello ‘del tempo libero’.
La bigenitorialità è un diritto, prima ancora di essere un diritto soggettivo, assoluto ed inviolabile del minore, come la legge lo consacra, è un diritto naturale, che viene prima della legge, che deriva dall’esistenza stessa del figlio!
Se la legge non può pretendere che i coniugi/conviventi restino insieme, può però pretendere che questi trovino un’intesa, un concorde progetto educativo, una unità educativa nell’interesse esclusivo dei figli, per la promozione ed attuazione del pieno sviluppo della loro personalità.
La soluzione ‘monogenitoriale’, alla quale la giurisprudenza si è lungamente attenuta, a mio avviso sterile e rigida, concetto da ‘dottrina capitalista‘, si è da sempre basata sull’idea di ‘assegnazione dei figli’ -come un pacco, come un mobile…- e di potere esclusivo su di essi. Essa non poteva che condurre, nei casi specifici, secondo me, al progressiovo deterioramento dei rapporti del minore con ‘l’altro’ genitore.
Si è mai curata della formazione, crescita equilibrata, corretta evoluzione psicologica del minore?
Preferisco di gran lunga il concetto -più socialista, direi!- dell’egalitarietà di diritti e doveri dei genitori!
Di sicuro la compresenza educativa dei genitori si mostra più utile e potrebbe escludere vuoti psicologici difficilmente colmabili.

Sciopero dei ‘penalisti’…

Ironia della sorte!

Oggi, presenzio alla mia prima udienza penale… Oggi c’è lo sciopero dei penalisti!
Fossi stata una penalista, avrei aderito di sicuro!

Era una ‘udienza preliminare’
La trattazione è stata rimandata proprio per lo sciopero!
E’ stata breve, per lo più scritta, rinviata
(In moltissimi casi le udienze sono brevi o rinviate :/)

Controparte ha fatto una figura pessima: il GUP (Giudice Udienza Preliminare), gli ha chiesto se intendesse aderire allo sciopero, per decidere del rinvio… Lui ha detto ‘si’, deciso, ‘aderisco!’…
Il Gup s’è informato: ‘e perchè oggi scioperate?’… (Dubito che non lo sapesse!)
Controparte: ‘Contro una delibera…’
Il Gup: ‘Si, che delibera, intendo?’
Controparte: ‘Sarò sincero, non l’ho letta…’

Io: basita!

Ma vi pare un discorso serio?
Da ‘avvocato penalista’? …Che solo a pronunciarlo fa paura! 😉

Cosa fai lo sciopero a fare, se non sai neppure perchè?

(Che figura di mer*a!)

Glielo spiego io, che non sono certo iscritta alle Camere Penali, a controparte perchè oggi ha scioperato!
Le Camere Penali hanno protestato contro il ddl sul ‘Processo breve’ !

I penalisti palermitani (fiera!) hanno aderito in massa alla astensione dalle udienza (spero gl’altri con convinzione e coerenza!), oltre il 90% dei processi è stato rinviato e il bello è che la maggior parte degli imputati (i quali imputati avrebbero potuto opporsi e chiedere la trattazione dell’udienza) ha appoggiato lo sciopero!

Bah…