il buon momento.

Non esiste il buon momento. O forse si e questo non lo è.

Ma mi va di mettere in fila qualche pensiero ed è sempre un buon momento per ragionare.

Credo una cosa e fortissimamente ci credo:
uno è amico soprattutto quando è gioioso! Nei momenti belli! E’ bella la condivisione soprattutto nei momenti leggeri! Quelli che nutrono il cuore dell’altro.
Se tu cerchi un amico solo quando hai il cuore gonfio di stanchezza, per sfogarti (e inevitabilmente gonfi anche il suo di cuore. Ma un amico è felice anche se gli gonfi il cuore di pesantezza!), sei prevalentemente uno stronzo!
Se glielo gonfi di pesantezza, ma anche di gioia, quando sei felice, allora il cielo ti benedica! (O Dio, se ci credi, o Albero, se ti piace di più).

E questa è una cosa.

Poi…
la strafottenza mi urta il sistema nervoso.
Non ci posso fare niente.
Se sei strafottente, per me sei prevalentemente uno stronzo.
Se sei strafottente per le cose tue è un conto, se sei poco attento agli altri, per me sei uno stronzo, anche senza prevalentemente!

Farei due nomi, giusto per fare un esempio e rendere meglio il concetto, ma non lo farò.
E non lo farò non perchè m’affrunto, piuttosto perchè sarebbe un omaggio troppo grande. Uno spunto di riflessione troppo gratuito… E invece, accattativillo!

Sono polemica assai.
Lo so e mi piace.

Io sono felice di una felicità cresciuta poco a poco…

Ciaooo blog!

E’ da giorni che cerco di ritagliarmi due minuti per te…solo che poi due minuti non bastano, tu meriti mooolto di più! Ed alla fine mi ritrovo stanca, a fine serata, con gli occhietti che bruciano e il desiderio di raccontarti cosa bolle in pentola!

Ci proviamo a buttare giù quattro ingredienti?

Dai!

Siamo di ritorno da Palermo… Cosa aggiungere se non che c’era il sole, le cose buone e le persone care?
E’ stato un tour de force, come sempre, ma sono riuscita a vedere quasi tutti quelli che volevo, eccezion fatta per mio nipote Gabriele, il mio parrino di fiducia e Clara (mi sarebbe piaciuto anche vedere il pancione di Emilia ed anche Enrico, seppur non lo sento da un secolo…Magari un giorno di questo glielo uozzappo…), sono riuscita a scendere giù lungo tutto il Cassaro, fino al mare, sono riuscita a infilarmi i piedi a mollo a Mondello…

Che bella la mia Città! Ch’è bella e ch’è sporca!

L’ho trovata trasandata, come se chi potesse curarla, l’ha abbandonata! Senza il “come se…”, l’ha proprio abbandonata!
Ho trovato serrande sempre più chiuse e negozi travolti da una crisi che non guarda in faccia nessuno!
Ho trovato i miei amici, i pochi che sono rimasti, pensierosi. Inquieti come chi sta racimolando gli ultimi giorni del tempo che resta per prendere un vettore e andare…
Ho guardato gli occhi degli amici che non andranno -perchè non lo sanno neppure loro!- e li ho trovati travagliati. Stanno pensando alla cassa integrazione o giocano a scommettere sul momento della mobilità…
Ho sentito di curricula che viaggiano alla velocità della luce, di curricula che vagano, ma non vanno a segno.
Perchè mi chiedo io?
Perchè se abbiamo studiato? Se siamo bravi ragazzi? Se siamo persone serie? Se noi ti mettiamo sottosopra un mondo, se solo ce lo permetti?

Gli amici più quieti sono quelli, come Martina, che ancora hanno procedura civile da dare o qualcosa che li tiene ancora poco lontani dal momento in cui porteranno le mani alla testa e guarderanno spaesati i venti centimetri che avranno davanti agli occhi e non avranno idea di come andare oltre quello spazio minuscolo.

Io non credo che ce lo meritiamo!
Io, con tutta la vitalità che ho nel corpo, non riesco a vedere il momento del rilancio, del riscatto, dell’evoluzione di questo stallo.

E poi penso a me, ai prossimi due momenti importanti che ho davanti: Novembre e Gennaio.

A novembre conficco un’altra bandierina e conquisto un altro pezzo verso la vetta, ma non ti dico adesso, caro blog, al momento sappi che il 30 Novembre porterò fuori a cena Andre – che è pure Sant’Andrea!- e offro io!

Questa cosa mi gasa a bestia! Mi fa sentire forte, sono fiera! Ho fatto i salti mortali, l’ho voluto, l’ho sudato… Ci sto riuscendo!

Diciamo che ti prometto il post con la foto del brindisi! 😉

E poi c’è Gennaio…

Diciamo che a Gennaio capisco se resto in Italia o no!

L’ho detto cavolo!

Ok blog, adesso lo sai… Ma acqua in bocca! E’ solo un progetto… (E la passione che lo fa crescere, lo sai, non mi manca!)

Io sono felice di una felicità cresciuta poco a poco… [Max Gazzè – Del tutto personale]

Giocate!

E’ l’attitudine verso la vita che conta.

Non potevo prenderlo in mano che ieri sto libricino!
Giusto ieri ch’è nato Gabriele!
Franco Bolelli per me potrebbe anche fare l’illustratore di carta igienica, io lo leggerei lo stesso!

Gabriele, voluto, cercato, desiderato.

E’ il bambino di Clara e Bartolo, compagna di asilo lei, compagno di strada lui…
Temporalmente non poteva collocarsi meglio questa mia lettura! Ieri Gabriele, venerdì nascerà Nino, il mio ennesimo nipote!
Volevo comprarlo per Chiara e Marco, per il loro piccolo Riccardo arrivato la notte di Natale, ero sicura che sarebbe stato perfetto per loro, però non potevo venir meno alla mia tradizione di leggere prima io quello che regalo agli altri! E ho fatto bene! Perchè io questo libro dovevo avercelo! E adesso lo comprerò anche per loro!
Le librerie di ogni casa dovrebbero avercelo!

Al di là della tensione evolutiva che mi ha innescato -o semplicemente, nutrito!-, mi ha acceso il take off di una serie inquantificata di ragionamenti! Sono sempre contenta quando leggo una cosa che mi lascia aperte mille porte!

Ha solo 77 pagine ‘sta brossura, ma è progressista oltremodo!
Mi sorprende sempre, Bolelli, quando mi fa riflettere sulla circostanza che l’innovazione è la naturale manifestazione di un organismo sano!
Franco dice che Giocate! è un appello, un incitamento motivazionale, un richiamo appassionato, uno slogan evolutivo, io dico che nessuno meglio di lui mi ha acceso un interruttore, ha sostituito una lampadina che già avevo con un’altra dal wattaggio superiore!
Giocate! non è solo rivolto a chi è appena genitore e si ritrova a fare i conti con la originalità di una persona nuova messa al mondo per vivificare il mondo stesso, con i suoi germogli di unicità… Giocate! è anche per chi, come me, il mondo vuole farlo danzare, per chi, come me, vuole fare politica evolutiva, perchè, come dice Franco, fare politica vitale è dannatamente appassionante! Per chi, come me, vuole far camminare a braccetto Sparta e Atene, l’una coraggiosa, l’altra raffinata!

Io potrei stare a parlare di Giocate! per giorni interi! Ma leggetelo, che è meglio! Arrivate fino alla sua aorta da soli e sporcatevi da voi le mani di sangue vitale!

Siate rockstar nelle vostre scelte quotidiane! 😉

Ma voi lo sapete cos’è la peracrunch? :D

Oggi proprio non me ne faccio mancare una!

Ho mal di denti!
(E… se sai mantenere un segreto, caro blog, ti dico che il “weekend palermitano della peracrunch” a Roma è stato devastante: se semo sfonnati!! E il mio stomaco, abituato alle insalatine degli ultimi tempi… non ha retto! Cagotto a palla da sta notte!! :D)

E’ stata una giornatina impegnativa questa, non solo perchè tutti gli amici se ne sono andati (Sigh&Sob!) ed è inevitabile il magone… Come quali amici?? C’è stato un allineamento strategico in Capitale dei terroni dal cuore allegro!! Che belle giornate caro blog! Tra carbonare, panelle, porchette e le nostre solite risate rumorose! BELLO! *_*
E adesso li rivorrei tutti qui… (Ma qual è la legge che ad un certo punto della tua vita, impera che gli amici di sempre, la mamma, il tuo cane… debbano stare così lontani da te?  No, perchè se me lo dite qual è, io magari propongo qualche emendamento!)

E poi ci si mette pure il dentista… Solo adesso che il pomeriggio è praticamente finito, va un pò meglio, ma non bene del tutto! Uffa!

Mi riguardo le foto del w.e. (…e guardate che io non ero ubriaca!! :D)

Buonà buon…A P P E T I T O ! :)

[Sam Taylor-Wood]

Ci sono cose che ti alleggeriscono il cuore!
Ci sono sere che ti lasciano un sorriso stampato in faccia per giorni!
Basta poco, magari mettiamoci Roy Paci in sottofondo e in pancia arancine e pasta al forno…
Non importa quanta strada si è fatta insieme, è bello sapere che comunque quella strada ci accomuna! E sono sensazioni che non tutti riescono a provare e questo le fa ancora più speciali!

C’abbiamo messo un pò a reperire un don per far benedire minic@sa, ma vuoi mettere stare in soggiorno, tutti in cerchio, mano nella mano??
E’ stata una delle cose più belle degli ultimi 2 anni!
Quando abbiamo benedetto bucoc@sa io non c’ero, stavo a studio, c’era solo Andre, credo non avrà avuto lo stesso sapore di ieri sera!
Gli schizzi d’acqua benedetta tra le risate degli amici ti rinfrescano proprio quando il termometro dell’oregon scientific segna 26 °C!
E’ stato bello!

Io sono contenta!

La tivvù…

Se c’è una cosa che non mi manca affatto è la TV!

Forse non è mai capitata l’occasione di dirti, caro blog, che a BucoCasa non c’è la tv…
Ecco, te l’ho detto!

Io non ho mai guardato la tv in vita mia (ecco perchè ho visto i Goonies a 25 anni, ecco perchè canto le sigle dei cartoni, ma non ho idea di cosa parli la gran parte di essi, ecco perchè ho visto di fila tutti gli Indiana Jones un paio di anni fa, forse tre…) e devo dire che non avercela non mi sposta di nulla!

Guardiamo i film e le nostre serie preferite sul Mecchino… E ci basta! :)

E poi abbiamo un cinemino multisala proprio qui dietro che è una figata pazzesca andarci a piedi alla sera! 😀
(Mettici che con TRE adesso, c’abbiamo pure un cinema gratis a settimana ed è fatta!!)

Ma ti ricordi, caro blog, quando odiavo andare al cinema?
Quando tutti mi rimproveravano perchè facevo un casino assurdo, ridevo se non c’era da ridere, mi alzavo nel bel mezzo di una scena, disturbando tutti, per andare a cercare il tipo dei pop-corn…quando odiavo le Cipster??

Beh, ne sono cambiate di cose da allora! Altro che se ne sono cambiate!

Vado a girare il sugo per la cena di domani… Abbiamo due amici e, tornando domani tardi da lavoro, mi porto avanti… Faccio un sugo all’arrabbiata!
Avevo in mente un’altra cena, ma i ragazzi hanno qualche intolleranza… Rivisto tutto! Spero andrà bene! 😉

2011 ragioni per essere felici!

BUON ANNO BLOG!

BUON ANNO MONDO!

Quante cose ho già da raccontarvi di questo 2011 così piccino, ma che si presenta proprio bene! :)

…Come un carico di amici,
una scopina della befana,
una ciambella alla nutella,
una via del Corso,
una cena cinese,
un’eclissi di sole…

2011 ragioni per amare l’annetto ch’è già qui! 😉

Ne resta uno…

…e l’anno è finito!

Ho cucinato non so quanta lasagna e quanti sformati oggi!
Ho la tavola imbandita, come se dovesse passar di qui un esercito, invece si tratta solo del cenone di domani sera!

Tutta la roba adesso andrà riposta in frigo e domani scaldata in forno!

Gnamme!

Ho cucinato tutto prima perchè domattina arrivano gli amichetti!! (E siamo taaanto contenti! :D)
Quindi non volevo perdere tempo ai fornelli, ma dedicarmi solo a loro!

Sono davvero felice che il primo capodanno ‘con casa nostra’, la veda giusto protagonista di mangiate e festeggiamenti!
(E poi mi piace un sacco cucinare per gli amici!)

Il 2011 va accolto con graaande entusiasmo!

Se il 2009 era stato ‘l’anno del cuore’, il 2010 ha saputo regalarmi sogni che si avveravano ogni giorno… e questo 2011?
Promette bene il piccino! 😉

Io non vedo l’ora di dargli il benvenuto perchè già me lo immagino, tutto da scoprire e pieno di novità! […]

Adesso vedo di trovare un posto al regalino dei vicini (*) e poi vado a prendere le ultime cose, come tradizione vuole, mi serve l’uva! 😉

(*) Chiara e Marco ci hanno regalato delle stampine-stickers di Haring per BucoCasa F E N O M E N A L I !!

Troppe cose…

…Da dire!

Troppe!

Come essere frizzanti e presi del tutto dalla magica atmosfera del Natale,
come aver preso la nuova Moleskine per ‘l’anno che verrà’ e
aver scritto, per la prima volta, l’indirizzo di casa mia -proprio mia!-  su ‘in case of loss, please return to…’,
come aver avuto da festeggiare per una bella notizia, ieri sera,
come essere in ferie,
come aver già un bel gruzzoletto di amici qui in città,
come preparare il trolley per il next plane home,
come vedere Roma brillare sotto le luci di Natale,
come…

Ringraziare il cielo per tutto questo!

Cena al curry, andata!

E, ispirata da Veronica, questa cena è andata!

Una ‘mangiata di Natale’ a BucoCasa, piatto forte: pollo e riso al curry!

Amici e fidanzato pare abbiano gradito! 😉

Come è bello fare le cose che si son sempre sognate di fare!
…Come stare a tavola con un amico che definire ‘storico’ è riduttivo!
E sono certa che tra 20 anni saremo ancora insieme a quel tavolino!

Raccontarsi sogni e avventure, di paesi e posti lontani, di desideri e passioni vicini…

Buona notte mondo!
Io spengo la luce!

Domani è l’ultimo giorno di lavoro e poi FERIE!

Vacanze di Natale vi adoro! :)