Silvio burning Rome…

Peggio di Nerone!

Dire che sono ‘ncazzata nera è un eufemismo…

Indignata per il mio paese che proprio non ha più fiato, che è al collasso come i polmoni di un fumatore incallito in una stanza senza finestra.
Furiosa per quei cazzoni dei black bloc che hanno distrutto mezza città.
Orripilata per quella stronza che sull’autobus diceva ‘Aaah stì studenti! Questi sono i professori sessantottini… Anvèdi che educazione gli danno…’

Allora, brutta fascista di merda (e il turpiloquio è d’obbligo), intanto impara che l’educazione ai figli la danno i genitori e impara anche a non demandare alle altre agenzie educative ciò che te per prima dovresti fare.
Lo vorrei proprio vedere tuo figlio, se magari non era tra quelli che incendiavano la città oggi pomeriggio o se magari non c’ha una svastica rasata tra i capelli…

E vado a rimettermi in mano i libri di Sistemi Giuridici Comparati… Magari capisco in quale nazione sia meglio emigrare…

Povera Italia mia!

Una strage maggiorenne…

Sono passati 18 anni…

E io non abito più in quel posto…
Qualche mese fa, ero alla marcia per Giovanni e, guardandoci negli occhi, io&Andr ci siamo detti :‘ovunque saremo, il 23 maggio e il 19 luglio, torneremo a casa e ci porteremo i nostri figli, è un dovere morale’…

Quest’anno siamo fuori da così poco tempo, che esserci è stato impossibile, ma non saranno certo poco meno di 1000 km a non farci svegliare con il pensiero di Paolo!

Ciao Paolo!

Italia amore mio!

E non mi sono svegliata dopo aver sognato un gelato al cioccolato o un barattolino di olive saclà

Facciamo il punto della situazione.

Questa mattina dovevo fare il mio interventino alla mano sinistra… In una clinica privata, sborsando un botto di soldi.
Per di più sono riuscita a prenotare così velocemente solo perchè il chirurgo è mio amico!
Al policlinico non avevano posti che tra sei mesi.
Ho prenotato un’altra visita chirurgica in convenzione presso un altro poliambulatorio, per fortuna il problema è rientrato, quindi l’intervento (a pagamentissimo!) non era così urgente…
Ho la visita il 17 di agosto!
Nelle more, se fosse grave e  fossi una povera disgraziata senza la possibilità di curarmi ‘a pagamento’, potrei morire!

Frattanto, però, per non smentire mai la nostra natura di arraffoni (e gli esempi ci vengono propinati dall’alto!), anche chi ha 8 case di proprietà, ‘ha il modello ISEE’, cioè l’esenzione per reddito sulle prestazioni sanitarie coperte dal sistema sanitario regionale… (La Sicilia anche in questo si distingue! Quando c’è da distinguersi in negativo, siamo sempre pronti!).

La munnizza sta diventando street-art e ormai è protetta dall’Unesco… Non ci sarà più modo di liberarsene!

Una mia amica, dopo 18 anni di onorato servizio, ha perso la cattedra e ora, a 4o anni suonati, non sa dove finirà a settembre!
Mio nipote studia per gli ‘invalsi‘…
Un mio amico ha perso per sempre la possibilità di diventare un ingegnere aerospaziale perchè hanno tagliato il corso, manco fosse ingegneria delle aiuole!
Mia nipote non può fare il conservatorio se fa matematica…
Ho confrontato i programmi del liceo di qualche anno fa con quelli di oggi, mi veniva da ridere (o da piangere!).

Spatuzza è balbuziente, allora che lo ammazzino! (I balbuzienti, si sa, parlano a rilento!)
In fondo se tre procure, Palermo, Caltanissetta e Firenze, fanno una data richiesta…Il Viminale ha solo applicato la legge!

E io vorrei un’auto blu che m’accompagni da H&M tutte le volte che voglio!

Per concludere, Buffon c’ha l’ernia del disco!
Cavoli siamo messi proprio male!

Argh!

‘Che bellissimo paese di merda!’

Sto citando una mia amica che ieri sera non poteva trovare parole più appropriate!

Mi viene da piangere se penso a dove stiamo andando a finire!
Leggevo il giornale e… ho seriamente paura!

Voglio che cada il Governo!
Voglio che ci sia un’opposizione capace di rimontare in sella!

Buonanotte all’Italia!

2 Giugno!
E’ già il compleanno di Chiara e quello di Ivan, l’una verso Firenze, l’altro verso Roma… Domattina li chiamerò!

E mentre l’Italia c’ha il suo bel da fare e tutti i libri di storia non la fanno dormire, sdraiata sul mondo con un cielo privato, fra San Pietri e Madonne, fra un domani che arriva e che sembra in apnea ed i segni di ieri che non vanno più via…Loro invecchiano!

Tutta questa bellezza senza navigatore!

Buona notte all’Italia con gli sfregi nel cuore e le flebo attaccate da chi ha tutto il potere e la guarda distratto…
Una stella fa luce senza troppi perché, ti costringe a vedere tutto quello che c’è…

Buona fortuna Italia!

Sono quasi le due e dopo una bellissima serata, è ora che la luna mi prenda e mi metta a dormire!

GRAVE!

Dopo uno shampoo si ragiona meglio, lo dico da sempre!

Da stamattina ho un pensiero fisso in testa: il rischio di ricusazione dei pm antimafia.

I più, sentendo parlare della riforma sulle intercettazioni, potrebbero fermarsi ad un concetto principe: libertà di informazione.
Non è solo quello!
No che non lo è!
La legge bavaglio di cui si parla tanto, ma non abbastanza, in questi giorni, porterebbe con sè gravi e irreparabili conseguenze.
La riforma include una norma, tra le altre, inaccettabile!
Si tratta della possibilità di ricusare il pm di un processo di mafia… e la possibilità sarebbe allegramente nelle mani dei boss! Basterebbe una denuncia di un boss nei confronti di un pm e la semplice iscrizione di questi nel registro degli indagati per scatenare conseguenze devastanti!

La ricusazione è un istituto di diritto processuale che, in generale, determina la sostituzione del giudice, sulla base di una previsione di legge.

In soldoni, si elimina un pm scomodo! 😀 Detto-fatto! 😀

Rido? Ma che rido! C’è da piangere!

Vi invito a leggere un’intervista a ‘San’ Grasso (Procuratore Nazionale Antimafia, Pietro Grasso) per capire la reale portata -della gravità- della riforma in ordine a questo argomento.

Art. 21 Costituzione

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.
Si può procedere a sequestro soltanto per atto motivato dell’autorità giudiziaria nel caso di delitti, per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l’indicazione dei responsabili. […]

NO

‘La legge sulle intercettazioni sembra patteggiata con chi ha interesse a che non si sappia dove si nasconde l’illegalità. Certa politica vuole far passare una legge che impedisce di sapere da dove trae origine e dove si annida l’illegalità. C’e’ il forte rischio che i giornali siano dimezzati, i magistrati limitati, i cittadini disinformati. E’ in gioco la democrazia’.

Don Ciotti